ANMIG Sezione di Varese
 

Progetti
Successo per le "pietre"
e ritardo giustificato

Al terzo anno di proposta, il progetto Pietre della Memoria, sostenuto dalla sede centrale di Roma a livello nazionale, è esploso in tutta la sua valenza. Alcune regioni già collaudate nelle passate edizioni, come Marche e Toscana, hanno ottenuto risultati strabilianti.
Il successo, atteso ma inaspettato in tali proporzioni, ha creato qualche problema per l’inserimento di tutte le schede nel sito di riferimento. Gli esploratori della memoria coinvolti dovranno dunque avere un po’ di pazienza per vedere il proprio lavoro nella collocazione per la quale hanno lavorato con entusiasmo e profitto.
A tenere alta la bandiera della regione Lombardia ci ha pensato, al momento, la nostra sola provincia. Il presidente regionale di Anmig Lombardia, Giovanni Vignati, intervenuto alla premiazione del 20 maggio, ha detto che la provincia di Varese sarà di esempio per il prossimo anno per un lavoro esteso, se non a tutta la Lombardia, almeno ad altre province.
I risultati di Varese, nel loro piccolo territorio, sono stati grandi. Nessun’altra provincia in Italia ha registrato risultati di tale spessore, sia per numero di schede consegnate sia per qualità delle stesse e dei supporti (video e interviste) a esse collegate. Di nuovo un grazie a professori, dirigenti e studenti (che aspettiamo per la continuazione del progetto e per altre proposte).
A loro chiediamo però un po' di pazienza.
>> consulta la Classifica ufficiale

Altri articoli sullo stesso argomento:
> 230 giovani impegnati con le Pietre della Memoria

> L'elenco dei premiati
> Oltre 6000 euro di premi per il concorso Esploratori
della memoria

    premiazione    

 

> Pietre della memoria

> Monumento Anmig

> Nuovo sito Anmig

Galleria immagini
(cliccare per ingrandire)

Ingrandisci la foto

Esploratori della memoria 2015